Peter Pan ha trionfato. Ha trionfato nel cuore degli adulti e delle adulte del nostro tempo, ne ha anestetizzato il senso di prossimità e di responsabilità, convincendoli che fuori dalla giovinezza non c’è salvezza. E li spinge, giorno dopo giorno, a non risparmiare alcuna energia per restare giovani a ogni costo. Anche al costo di un loro plateale rimbecillimento e della messa a repentaglio del bene delle generazioni che ora vengono al mondo.Questo è quello che ci ha rivelato pienamente il tempo della pandemia. Questo è il “caso serio” con il quale i credenti debbono coraggiosamente confrontarsi: la “conversione giovanilistica” delle generazioni adulte, che manda in soffitta la categoria del “credente non praticante” e rende le chiese sempre più vuote.Il saggio individua in due appassionati discorsi di papa Francesco alla Curia romana la road map per dare vita a un cristianesimo all’altezza della sfida dell’ora presente: un cristianesimo che sappia fare i conti con il cambiamento d’epoca, con la fine della cristianità e con l’urgenza di un rinnovamento pastorale e missionario.Nel tempo in cui la giovinezza è diventata il senso unico e l’unico senso della vita umana, è ancora possibile essere cristiani? Quale spazio resta al Vangelo nell’epoca del trionfo di Peter Pan?

More by Armando Matteo